Rss

Servizi per aziende

Tour operator l’efficacia delle newsletter

newsletterIl funzionamento della promozione aziendale – sia on che off line – verso una clientela tanto B2C che B2B, soprattutto nel settore turistico, è estremamente cambiato nel corso del tempo. Una volta bastava semplicemente inviare una mail ai pochi contatti di agenzie turistiche o operatori stranieri reperiti su internet per avere una percentuale di ROI da far invidia a qualsiasi altra forma alternativa di promozione, oggi invece le aziende e i clienti più in generale sono talmente bombardati dai concorrenti con ogni forma pubblicitaria pensata per il mercato da essere diventati quasi indifferenti a tutto e da prestare pochissima attenzione a qualsiasi sollecitazione esterna.

Come fare, quindi, per ottenere dei buoni risultati da una campagna di comunicazione ma riuscendo, allo stesso tempo, a mantenere i costi contenuti? Grazie all’email marketing mirato per i tour operator!

IN CHE COSA CONSISTE
L’email marketing per i tour operator consiste nell’invio di newsletter promozionali ad una serie di contatti potenzialmente interessati al servizio offerto.
Se questa a prima vista può sembrare un’attività piuttosto semplice, in realtà non è così perché si tratta di combinare insieme più elementi che concorrono al successo di una campagna di email marketing.

Innanzitutto il messaggio. Il contenuto di una newsletter non può essere lasciato al caso ma deve essere pensato, e soprattutto strutturato, per essere accattivante ed incuriosire il lettore. Ormai i meri formati pubblicitari non hanno più efficacia ma la mail va confezionata secondo le più moderne tecnologie (landing page di atterraggio, call to action finale, etc etc) per cercare di ottenere una buona redemption.

Nonostante un messaggio ben studiato, però, non si è sicuri di ottenere un effettivo risultato se non si è in possesso di un buon database, vero punto cruciale di tutta l’attività. Il database di contatti, infatti, deve essere assolutamente profilato ossia composto solo di indirizzi di potenziali clienti in target con la nostra offerta. Deve essere poi costantemente aggiornato perché spesso, purtroppo, gli indirizzi mail cambiano o vengono abbandonati dai proprietari. E, ovviamente, anche quotidianamente implementato per allargare il proprio bacino di utenza.

QUALI SONO I VANTAGGI DELL’EMAIL MARKETING
L’email marketing – se realizzato correttamente – ha numerosi vantaggi per i tour operator.

Fra questi:
1. Costo contenuto: una campagna efficacia di email marketing può costare davvero poco se ci si rivolge al partner giusto
2. Ottimo ROI: i risultati sono garantiti perché se si utilizzano database profilati il numero di persone e/o aziende che richiedono successivamente informazioni oppure si collegano al sito è sempre molto elevato
3. Immediatezza della comunicazione: nel giro di qualche minuto, soprattutto se si usa un software specifico, è possibile raggiungere anche un elevato numero di contatti
4. Risultati quantificabili: grazie a moderni sistemi di statistiche, è possibile conoscere non solo il numero di email inviate e recapitate ma anche le percentuali di apertura del messaggio e, eventualmente, il numero di utenti che si sono successivamente collegati alla landing page direttamente dalla mail
5. Autonomia nella gestione: utilizzando il software adeguato è possibile essere assolutamente autonomi nella creazione del messaggio e nell’invio della newsletter ma anche nella successiva elaborazione dei dati statistici

QUALI I SETTORI MERCEOLOGICI PIU’ EFFICACI
In realtà tutti i settori merceologici si prestano bene all’utilizzo dell’email marketing con risultati soddisfacenti ma è sicuramente nel settore del turismo che questa tecnica dà i suoi risultati migliori.

Un tour operator che sceglie di promuovere i propri servizi con questa tecnica è certo di raggiungere i potenziali clienti direttamente a ‘casa’ loro, in poco tempo e con una percentuale di lettura davvero interessante. In questo modo anche l’offerta speciale che dura poche ore potrà coinvolgere i potenziali destinatari nel giro di qualche minuto, sfruttando la flessibilità di questo mezzo e l’efficiacia delle immagini e delle parole nella realizzazione del messaggio.

Una campagna di email marketing permette ai tour operator di conquistare in modo efficace, economico e veloce anche una clientela straniera altrimenti difficilmente coinvolgibile.

A CHI RIVOLGERSI
Una campagna di email marketing può essere realizzata in autonomia, cercando da soli gli indirizzi ai quali spedire il messaggio promozionale, ma sicuramente per ottenere un risultato professionale conviene rivolgersi ad esperti del settore che siano in grado non solo di mettere a nostra disposizione un database profilato ed aggiornato ma anche un software gestionale che ci semplifichi il lavoro.

Scegliere il partner ideale in questo caso è fondamentale per non sbagliare ed ottenere risultati migliori. Ma come va selezionato? Non è semplice perché sul mercato gli operatori sono tanti e tutti promettono numeri da capogiro che non sempre poi realizzano.

MailTOadv è sicuramente una realtà seria che è in grado di offrirti la consulenza e i servizi che ti occorrono per conquistare il mercato. Attiva da anni sul mercato, è specializzata nel settore turistico e mette a disposizione del cliente non solo software gestionali che, con pochi semplici click, permettono l’invio anche massivo di email, ma soprattutto database profilati in base al target di riferimento specifico. La società che ha progettato e vende il servizio, prevede una prova gratuita del servizio, questo perchè solo provando personalmente si può capire quanto sia facile utilizzare il sistema, inoltre ci si renderà conto della differenza con gli altri software meno aggiornati. E’possibile richiedere la prova direttamente dal sito, non aspettare oltre, i tuoi potenziali clienti stanno aspettando solo la tua newsletter!

Come scegliere una buona ditta di pulizie a Roma. Quali criteri deve superare, tutte le ditte smaltiscono i rifiuti in maniera corretta?

ditta di pulizie a romaLa scelta di una ditta di pulizie che assicuri un lavoro a regola d’arte, eseguito con professionalità ed esperienza, è molto importante per assicurare non solo che i locali e gli ambienti vengano puliti regolarmente e nel modo giusto, ma che siano anche sanificati ed igienizzati con prodotti specifici e sicuri.

Molte volte si è costretti a dover stare con il fiato sul collo delle imprese di pulizia proprio per sincerarsi della loro reale preparazione nel settore e per la vera applicazione di tutto ciò che la legge impone sulle questioni di detergenti sicuri e, soprattutto, relativi allo smaltimento dei rifiuti.

La prima regola necessaria che serve ad imbattersi un una buona ditta di pulizie è che abbiano le tipiche iscrizioni INPS ed INAIL per i loro dipendenti, così da non avere problemi in caso di controllo oppure infortuni mentre operano nella sede del loro cliente.
Importante, anche il rispetto dell’art. 1 del D.M. n. 274/97 in cui si enunciano gli oggetti sociali principali di un’impresa di pulizia e quindi l’abilitazione della ditta allo svolgimento degli stessi.
Con una legge del 2007 non è più necessario che abbiano un responsabile tecnico, ma è bene farsi specificare a chi far capo ed a chi rivolgersi in caso di problematiche inerenti al loro operato sottolineando eventuali orari in cui si potrebbe restare scoperti da assistenza.

Per quanto riguarda lo smaltimento dei rifiuti il discorso è più complesso perché, prima di tutto bisogna, fare la distinzione di che genere di rifiuti si parla.
Questo significa che i rifiuti semplici, come carta, plastica e materiale organico, possono essere distintamente separati già nel preciso istante che si gettano, ognuno nel proprio cestino, i cui sacchetti saranno gettati nei punti di raccolta e negli eventuali giorni stabiliti.
Se, invece, si tratta di rifiuti speciali, allora bisogna fare attenzione che la ditta di pulizia abbia le necessarie attrezzature per il trasporto di detti rifiuti e, soprattutto, ci fornisca dell’idonea documentazione che le sarà rilasciata non appena consegnerà i rifiuti speciali alla ditta oppure al punto di smaltimento idoneo.
Per essere più chiari è importante che la nostra ditta di pulizia, una volta che ritira dall’ambiente del nostro lavoro i rifiuti speciali (es. sostanze nocive oppure scarti medici ed ospedalieri), dovrà rilasciarci una copia della ricevuta che ricevono dalla ditta di smaltimento in cui si evince l’avvenuta e reale consegna del materiale in base all’ordinanza sul traffico di rifiuti e quindi la prova che i rifiuti siano stati lasciati in custodia di chi di dovere.

ditta di pulizie a romaI criteri, quindi, sono abbastanza complessi e sicuramente la scelta dell’impresa di pulizia non sarà facile ma, soprattutto, non dovrà essere affrettata perché è fondamentale per la sicurezza di tutti, che non solo sia effettuata un’ottima pulizia e sanificazione dei locali in cui si lavora, ma che tutto ciò che si ricava di scarto da essi, siano smaltiti a norma di legge.
I prodotti che la ditta di pulizia utilizzerà, dovranno essere detergenti ammessi dalla legge e non troppo nocivi che puliranno superfici e pavimenti diluendoli semplicemente con dell’acqua calda (in quanto tensoattivi) e che verranno poi seguiti da disinfettanti adatti alla distruzione di microorganismi in base a ciò che tratta l’ufficio oppure lo studio in cui effettua la pulizia.

Per completezza lavorativa la ditta di pulizia dovrebbe essere in grado di rifornire gli uffici e gli ambienti lavorativi anche di quegli accessori necessari ad un luogo pubblico come ad esempio, carta igienica, salviette e profurmatori d’ambiente.

Nella nostra capitale le imprese di pulizia sono davvero molte e la maggior parte esperte nel settore, sicuramente per scegliere quella più adatta biosgna fare una cernita di chi può soddisfare le esigenze che richiede il nostro ufficio, quindi: orari, giorni, eventuali pulizie straordinarie, l’assistenza che fornisce in caso di imprevisti e richiedere vari preventivi per valutare anche il rapporto qualità – prezzo.
Fornire alla ditta un elenco di ciò che si richiede per essere sicuri che la stessa sia in grado di soddisfare tutte le nostre eventuali pretese lavorative.
Tutto questo, naturalmente, dopo aver appurato che la ditta di pulizia abbia i requisiti lavorativi che abbiamo analizzato precedentemente in questa breve e semplice guida.

Un lavoro certosino di scelta, permetterà successivamente, la serenità lavorativa di tutti, per noi e per loro.